FLORA BORSI

 

Animeyed by Flora Borsi

 

Flora Borsi è una giovane fotografa e visual artist ungherese autrice della serie di suoi autoritratti intitolata “Animeyed” ed ispirato all'anima selvaggia e primitiva nascosta dentro ognuno di noi.

La giovane fotografa ha già esposto alla Saatchi Gallery e al Louvre ed è uno dei talenti più interessanti della fotografia contemporanea.

Adora il surreale e in questi autoritratti, elegantemente ritoccati digitalmente senza troppe forzature, sovrappone al suo profilo quello di un animale badando bene che l'occhio sinistro umano venga sostituito da quello selvatico.

Si ottiene così una duplicità dello sguardo perché ciò che diverge non è solo l'organo, ma il modo di vedere e leggere il mondo circostante.

L'istinto e la razionalità vengono a svelarsi contemporaneamente, facendo cadere quel velo che li vuole da millenni separati per via della ragione.

“Animeyed” si chiede se siamo davvero figli dell'Illuminismo o se, come gli animali, viviamo illuminati dalle nostre sensazioni primordiali.

I due soggetti si integrano, si fondono e si completano perfettamente: lo sguardo di una creatura metà di donna e metà di animale accende molti interrogativi sugli istinti che cerchiamo di nascondere, schiacciare, ignorare o persino tentare di eliminare dentro di noi anche se sono spesso loro a guidare, oggi come millenni fa, i nostri passi.

 

Animeyed by Flora Borsi

 

Flora Borsi is a young hungarian photographer and visual artist, author of the series of his self-portraits entitled "Animeyed" inspired at the wild and primitive soul hidden within each of us. Flora Borsi has already exhibited at the Saatchi Gallery and the Louvre and is one of the most interesting talents of contemporary photography. She loves the surrealism and in these self-portraits, digitally refinished with elegance, overlays her profile to an animal minding it well that the human eye is replaced with the animal eye.

The result is a duplicity of the gaze despite the eyes because the difference isn't only in so much different eyes, but how they see and read the world around them. The instinct and rationality are to reveal itself at the same time, by dropping the veil that wants them for millennia separated because of reason. "Animeyed" asks if we are truly children of Enlightenment or if, like animals, we live illuminated by our primordial sensations. The two subjects are integrated, blend and complement each other perfectly: the look of a creature half woman and half animal turn on many questions about instincts that we try to hide, crush, ignore or even try to suppress within us even if they are often driving today as thousands of years ago, our steps. 

Share :